Nel caso in cui la ditta non paghi i lavoratori dipendenti per oltre quattro mesi, sussiste il licenziamento per giusta causa?

[Domanda di Anonimo, 06/07/2012] Nel caso in cui la ditta non paghi i lavoratori dipendenti per oltre quattro mesi, sussiste il licenziamento per giusta causa? Se si, la ditta è poi costretta a pagare gli arretrati ed il TFR in un dato periodo di tempo o si rischia comunque di dover attendere tempi lunghi e di dover ricorrere a vertenze?

Risposta: Innanzitutto il mancato pagamento della retribuzione costituisce un inadempimento grave del datore di lavoro, che può anche determinare le dimissioni per giusta causa del lavoratore stesso.
Il licenziamento per giusta causa concerne invece viene intimato dal datore di lavoro in ipotesi di grave inadempienze del lavoratore, come ad esempio il reiterato rifiuto di adempiere la prestazione lavorativa, il lavoro prestato a favore di terzi durante il priodo di malattia che ne pregiudichi la pronta guarigione, la sottrazione di mezzi aziendali o condotte idonee a far venir meno il rapporto fiduciario, etc.
Sussiste poi il licenziamento per giustificato motivo, che può essere soggettivo, ossia riguardare inadempienze del lavoratore più lievi (abbandono ingiustificato del posto di lavoro, violazioni disciplinari, etc.), oppure oggettivo, determinato dalla necessità di una riorganizzazione del lavoro, da ragioni connesse all'attività produttiva o da una crisi aziendale.
Nel suo caso, non comprendo se Lei intenda riferirsi alle dimissioni per giusta causa o al licenziamento per giustificato motivo oggettivo. In ogni caso, Le ricordo l'esistenza di un fondo di garanzia dell'Inps che in caso di inadempimento del datore di lavoro, provvede ad erogare le ultime tre mensilità di retribuzione ed il tfr.
Stampa Pagina Invia Email