L'azienda può licenziare con giusta causa una dipendente per appropriazione indebita?

[Domanda di Sara, 04/02/2013] Salve, la nostra azienda ha in corso un procedimento penale nei confronti di una dipendente attualmente in astensione facoltativa di maternità, accusata di appropriazione indebita, la quale svolgendo mansioni di amministrazione ed avendo piena disponibilità dei conti bancari, si è appropriata di ingenti somme senza darne giustificazione. Si può intraprendere il licenziamento per giusta causa? Grazie, Saluti.

Risposta: Il divieto di licenziamento della lavoratrice dall'inizio del periodo di gestazione fino al termine del periodo di interdizione dal lavoro previsto dall'articolo 4 della presente legge, nonché fino al compimento di un anno di età del bambino sancito dall'articolo 2, commi 1 e 2, della legge 1204/71 è reso inoperante ai sensi del comma 3, lettera a) dello stesso articolo 2 quando ricorra "colpa grave da parte della lavoratrice costituente giusta causa per la risoluzione del rapporto di lavoro". Nel caso di specie, si tratta di valutare la gravità dei fatti contestati e soprattutto le prove offerte a sostegno degli stessi.
Stampa Pagina Invia Email